STILI DI VITA

Interpretazione psicologica

Lo stile di vita puo essere definito come il modo di interpretare se stessi all'interno della realtà nella quale si è naturalmente inseriti, ossia la vita, considerata come insieme di fattori biotici e fattori abiotici. Si tratta di un concetto individuale, ossia variabile da persona a persona e conseguenza di numerosi fattori sociali come il complesso di inferiorità/superiorità, il senso di compensazione legato all'inadeguatezza sociale o alla forte competenza, la stima di sé stessi e la convinzione dei propri mezzi.
I temi sociali rivestono un'importanza prioritaria nel concetto di stile di vita poiché i principali problemi dell'essere umano, incluso quello dell'appagamento dei bisogni individuali, si riflettono in problemi di relazione con gli altri, senza i quali l'uomo non puo essere considerato nel suo insieme.

Interpretazione applicativa

Dal punto di vista pratico, esistono diverse correnti di pensiero volte a definire un corretto stile di vita, cercando dunque di giungere a un'interpretazione oggettiva e dunque svincolata da variabili individuali. Si sente spesso parlare di persone convinte di seguire lo stile di vita migliore, tuttavia non sempre coincidenti per via del fatto che ognuna ha proprie esigenze, variabili a seconda delle abitudini.
Basandosi tuttavia su alcuni dati scientifici è possibile giungere a una definizione piuttosto precisa di “corretto stile di vita”, basato soprattutto sulla durata della vita media.

Fattori influenzanti lo stile di vita

Secondo il rapporto del 2002 dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS o WHO in inglese), esistono alcuni fattori di rischio in grado di influenzare concretamente e in modo negativo la durata della vita di un uomo. Di seguito sono riportati i dati relativi alla perdita di anni dovuta a fattori di rischio nei paesi industrializzati:

12,2 Fumo
10,9 Ipertensione
9,2 Alcol
7,6 Ipercolesterolemia
7,4 Sovrappeso
3,9 Ridotto consumo di frutta e verdura
3,3 Sedentarietà
1,8 Sostanze illecite

Bisogna precisare che questa ricerca tiene conto di un fattore alla volta, non correlandolo dunque agli altri, pertanto il loro effetto simultaneo va considerato come una somma dei valori, aggravando dunque la situazione di chi rientra in più categorie.

Le regole d'oro da osservare sono:

  • 40 minuti al giorno di passeggiata a passo sostenuto la mattina
  • mangiare meno del necessario e sopratutto mangiare poco la sera
  • dormire da 6 a 8 ore di cui un terzo prima della mezza notte
  • evitare il fumo
  • consumare la frutta prevalentemente la mattina
  • iniziare sempre i pasti con la verdura cruda
  • prendere ogni giorno un appuntamento con se stessi per rilassarsi ed ascoltarsi in silenzio
  • mantenere l'insulina basale tra 4 e 6
  • alcalinizzare il corpo
  • sottoporsi a terapie per lo sblocco emozionale